“FINISCA LA NATO E L’ONU SIA PIU’ DEMOCRATICA”

Parole incisive ed inequivocabili quelle del vescovo Luigi Bettazzi nell’intervista fattagli lo scorso 27 Marzo da Nandino Capovilla e che potete ascoltare grazie al qui sotto riferimento di rete:

Video intervista a mons. Luigi Bettazzi


OGGI, SABATO 12 MARZO, ORE 11

a IVREA PORTA VERCELLI (PIAZZA BALLA)

PRESIDIO PER LA PACE IN UCRAINA

E ALLE ORE 21 ALLO ZAC

VEGLIA PER LA PACE

Poichè si starà nell’area esterna, copriti bene, porta la bandiera della Pace e un telo o un cuscino per sedersi.
Se vuoi, porta una lettura da condividere (una poesia, una canzone) anche se abbiamo tanto bisogno di momenti di silenzio.con letture e silenzio.
———————————–
————————
Circa l’intervista di Mercoledì 2 Marzo per TG3 Piemonte al vescovo Luigi Bettazzi…

…. la tendenza mediatica è di farla passare semplicemente come invito a pregare mentre ha usato poche, incisive parole di vera e propria politica internazionale.

collegamento di rete da Rainews
Dell’intervista su TG3 Piemonte al vescovo Luigi Bettazzi, autorevole nell’essere storicamente credibile, sarebbe bene sviluppare ed interpretare parole come: 1) l’invito all’Europa, ritrovatasi UNITA contro una invasione, di essere INDIPENDENTE; 2) chi punta il dito contro qualcuno, oggi contro Putin, ne punta almeno tre verso se stesso… In 2 minuti ha toccato il punto senza nominarlo: la dipendenza a Nato e Stati Uniti ha provocato: 1) l’asservimento economico, finanziario e militare delle sovranità europee che rischiano, se già non lo sono, di essere democrazie fantoccio; 2) l’irritazione, comprensibile ma non condivisibile, guerrafondaia e nostalgica di un capo sia comunista che liberista.

MANIFESTAZIONE DI SABATO 26 FEBBRAIO IN PIAZZA NAZIONALE

IVREA – Massiccia presenza, pomeriggio, Sabato 26 Febbraio 2022, in piazza Ferruccio Nazionale a Ivrea dove sindacati, associazioni e partiti hanno chiamato a raccolta la società civile per una prima manifestazione-presidio contro la guerra in Ucraina.

Presenti tanti ragazzi, il sindaco Stefano Sertoli insieme a diversi colleghi di altri Comuni della zona, una nutrita rappresentanza di sindacati e partiti.

Quasi una trentina le associazioni della città che si sono fatte promotrici del presidio sotto le finestre del municipio.

da QUOTIDIANO DEL CANAVESE di Sabato 26 Febbraio scorso.


Vi giro, alcune foto della manifestazione presidio per la Pace ad Ivrea di Sabato scorso.
Sono foto prese con il cellulare e che mi hanno girato (io ero un pò imbandierata ed avevo le mani occupate….)
C’era parecchia gente.
Maria Assunta, Punto Pace Ivrea

 

1 Comment

  1. FAR PARTE DELLA NATO? DOGMA… USCIRE DALLA NATO? TABU’
    Putin, invadendo l’Ucraina, è un criminale di guerra, punto.
    Tuttavia questa pagina tragica d’Europa ha fatto sussultare noi italiani sul nervo scoperto delle contraddizioni e dei costi materiali e morali di appartenere servilmente alla NATO, e di come questa organizzazione internazionale sia in realtà uno degli strumenti egemonici degli USA.
    Eppure guai a parlarne di uscirvi o di rivederne le regole.
    Chi tenta di mettere in discussione la nostra sudditanza alla NATO viene spesso censurato sui contenitori sociali, Facebook compreso, ed aggredito verbalmente da quei politici venduti ai poteri forti.
    Direte che esagero: è avvenuto di recente che una intervista fatta ad un anziano vescovo della chiesa cattolica sia stata dapprima tagliata della parte riguardante la NATO e poi censurata del tutto.
    Se ciò capita alla legna verde, alle persone autorevoli, cosa volete che capiti alla legna secca delle nostre povere e deboli rimostranze?

Lascia un Commento