Ecco quello che credo sia il primo incontro dei canavesani con Pax Christi. Si tratta di una “route” internazionale che partiva da Chivasso e, a piedi, arrivava al santuario di Oropa. Siamo nell’Estate del 1955 e la prima cosa che si nota è che le ragazze non indossavano ancora i pantaloni.

Gustavo Gnavi
L’arrivo della “Route” a Caluso
i “routiers”  sono accolti nel cortile della Scuola Agraria
perfettamente in fila, i “routiers”  attraversano Caluso per recarsi in chiesa parrocchiale dove, dopo un momento di preghiera, verranno affidati alle famiglie che li ospiteranno per cena e per dormire
Foto 4-5-6.  Dopo cena i “routiers” incontrano la gente del paese ospitante. Il capo route illustrava Pax Christi e dopo i “routiers” presentavano canti, balli e scenette di ogni nazione. Qui siamo nel salone dell’Oratorio S. Andre

Lascia un Commento