a cura di Gustavo Gnavi, responsabile PuntoPaceIvrea

e pubblicato su “Il Risveglio Popolare” di Giovedì 14 Gennaio 2021, pag. 15

Il covid 19, fra le  tante manifestazioni, ha fermato anche la Marcia della pace di Pax Christi, prevista a Savona. E così, oramai abituati (un po’ meno  preparati) agli incontri in rete mediante PC, tablet e smartphone anche Pax Christi ha scelto questa via con l’intento non tanto di sostituire una marcia ma di avere, a fine anno,  un momento per trovarci tutti assieme, aderenti  e simpatizzanti, farci gli auguri e, nonostante tutto, guardare con fiducia  il nuovo anno.

La marcia era sempre preceduta di un convegno e anche questo è stato sostituito, in forma ridotta, da un momento di scambio e di riflessione con collegamenti in diretta, nel tardo pomeriggio del 30 dicembre. Il tutto organizzato dal coordinatore d. Renato Sacco e da vari collaboratori sparsi per l’Italia.

L’incontro del 30, iniziato alle ore 18 e protrattosi per quasi due ore, era organizzato con l’Azione Cattolica Italiana, la Caritas italiana e la Commissione  episcopale per i problemi sociali, il lavoro la giustizia e la pace, enti con i quali già da anni viene organizzata la marcia. Per questo oltre all’introduzione e alla coordinazione di d. Bruno Bignami, direttore dell’ufficio nazionale per i problemi sociali e il lavoro della CEI, sono intervenuti il presidente di Pax Christi mons. Giovanni Ricchiuti e mons. Filippo Santoro arcivescovo di Taranto e membro della suddetta commissione, i quali hanno presentato il messaggio del papa per la 54° giornata mondiale della pace. Sono poi seguite molte testimonianze aperte dal saluto di mons. Bettazzi, già presidente nazionale e internazionale di Pax Christi.

L’elenco di queste è doveroso. Il primo intervento è stato quello di Beatrice Fihn direttrice esecutiva dell’ICAN (Campagna internazionale per l’abolizione delle armi nucleari) e dopo quello di Lisa Clark vice-presidente dei “Beati i costruttori di pace” e vice-presidente dell’International Peace Bureau. E’ seguita poi un’intervista di d. Renato Sacco al card. Louis Sako patriarca di Babilonia dei Caldei, l’intervento di d. Gennaro Pagano, cappellano del carcere di Nisida e presidente del centro educativo Regina Pacis di Pozzuoli, di Marco Danesi  della Caritas di Brescia e infine della coppia Carmine  e Annarita Gelonese responsabili dell’area famiglia e vita dell’Azione Cattolica. 

Sono stati interventi molto interessanti che hanno messo l’accento su varie tematiche importanti che dovranno essere campo di lavoro per il prossimo anno, cercando di unire le forze e non disperdere energie. Impegnarsi per la pace non significa solo occuparsi delle guerre esistenti ma fare il possibile  affinché queste non avvengano e ciò significa lavorare per un mondo più giusto e solidale. E ciò si può fare in vari settori e sotto vari etichette ma assieme. Alla sera del 30, TV2000 ha anche trasmesso il del S. Rosario, recitato da mons. Ricchiuti, dal Santuario Madonna del Buon Cammino di Altamura.    

Le ultime ore del 31 dicembre le abbiamo passate , sempre in collegamento in rete, ascoltando il commento di mons. Luigi Bettazzi al messaggio del papa per la giornata della pace, dal titolo: “La cultura della cura come percorso di pace”.  Oltre al presidente di Pax Christi, erano collegati via Zoom anche mons. Giovanni Giudici,  vescovo emerito di Pavia e presidente emerito di Pax Christi e mons. Marco Arnolfo arcivescovo di Vercelli, presidente della commissione per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace della CEP. Dopo l’intervento di mos. Bettazzi è stata ancora presentata l’intervista a mons.  Sako e dopo una veloce storia delle marce di Pax Christi da parte di Giuliana Bonino, l’incontro si è chiuso con un momento di preghiera e di riflessione su alcuni passi delle encicliche papali “Laudato sì” e “Fratelli  tutti”.

 E a mezzanotte gli auguri di buon anno che, a nome di Pax Christi, porgo al direttore  e a tutti i lettori de “Il Risveglio”.   Per chi volesse seguire i due momenti descritti sopra può farlo collegandosi al sito di Pax Christi:  http://wwwpaxchristi.it/?p=17717 oppure su Youtube: http://youtube/eLoCUe7BRU4

Lascia un Commento