Vi propongo una forma non violenta di reazione al sopruso ed alla dominazione statunitense nel nostro mondo: 

1) non cedere alla anglofilia imperante ma tradurre in italiano i termini inglesi che imperversano nella nostra bella lingua italiana, nonchè pretenderne la traduzione con garbo ma con risolutezza; 

2) quando ci riferiamo a persone o cose riguardanti gli USA, sostituire con Stati Uniti, statunitense, statunitensi le parole america, americano, americani: l’America è assai più vasta ed antica degli USA, checchè ne dicano i sedicenti “veri americani”, cristiani ariani e Ku Klux Klan, che null’altro essi sono se non i discendenti di quei coloni che per secoli sterminarono i reali nativi americani.

Fausto

Mario Calabresi: La Democrazia non si esporta

Se vi può interessare, ecco il relativo gruppo su Facebook

Lascia un Commento