Una prima conversazione tra vescovi

18 Gennaio 2021

Da molti anni il cuore delle persone che vivono nelle zone di conflitto, nei campi per i rifugiati, nelle case e nelle comunità in preda alla violenza, aspira alla pace offerta da Gesù. In questo periodo di pandemia, la pace e la sicurezza sembrano molto lontane: l’ansia e la paura sono ovunque presenti.

Come sappiamo la pace deve essere creata e ricreata allo stesso tempo contemporaneamente da una visione e da un’azione comune.  La Chiesa, col suo impegno a favore della dignità umana e delle giuste relazioni, può offrire la leadership necessaria sia per costruire la pace sia per prevenire, per disinnescare e sanare i danni dei conflitti violenti. La pace esige giustizia e la giustizia esige il ristabilimento della pace.

Ringraziamo papa Francesco per le parole che ha pronunciate nell’enciclica “Fratelli tutti”, ricordandoci che, come siamo sorelle e fratelli in una sola famiglia umana, dobbiamo sforzarci di vivere in pace rispettando e celebrando la dignità innata di ciascuno. Il nostro legame gli uni con gli altri, come creature di Dio, è fondamentale.

La scelta del titolo dell’enciclica e del luogo della sua firma, ad Assisi, ci porta chiaramente a guardare al nostro caro S. Francesco che è sempre stato identificato con la nonviolenza.  In questo documento quando  papa Francesco ci ricorda la parabola del buon samaritano, quando ci ricorda l’incontro di S. Francesco col sultano al-Malik-al-Kamil, quando critica fortemente il capitalismo e la cupidigia, quando, come tutti i papi dopo Giovanni XXIII, condannano la guerra e sono vicini ugualmente al rifiuto puro e semplice della teoria della guerra giusta, il Santo Padre ci indica la scelta fondamentale che Gesù ci ha proposto: continueremo ad accettare la violenza nella nostra società e nella nostra vita o abbracceremo la vita non violenta?

“Fratelli tutti” ci chiede di raccogliere la sfida di opporci alla violenza sistematica e di affermare il nucleo di umanità che ci unisce in comunità, un legame che trascende tutte le differenze tra noi, come persone di tutte le credenze, razze e nazioni. E’ certamente un elemento chiave per adattarci alla vita in caso di pandemia.

Durante tutto il suo pontificato, e implicitamente nella “Fratelli tutti”, il Santo Padre ha detto: Dio ci chiama alla vita nonviolenta; la nonviolenza del Vangelo è il cuore della nostra fede; e in questo periodo di violenza mondiale, siamo invitati a far progredire la via della nonviolenza attiva nella nostra vita e nel nostro mondo.

Pax Christi International, attraverso la sua rete mondiale di organizzazioni dai medesimi intenti, lavora da decenni alla realizzazione di questi ideali. In questi ultimi tempi Pax Christi International, attraverso la sua “Iniziativa cattolica per la nonviolenza”, ha posto l’accento sulla nonviolenza attiva come via per una pace vera. Nelle nostre analisi e nelle nostre azioni attraverso il mondo abbiamo visto come questi approcci sono forti ed efficaci per far progredire la pace nel mondo.

Noi pensiamo che è essenziale sviluppare e diffondere questo messaggio in tutta la Chiesa, perché i fedeli e le loro guide possano riflettere su questo appello nei loro differenti contesti. Per fare ciò è necessario avere il sostegno concreto ed efficace delle chiese diocesane e dei loro pastori.

Vi invitiamo perciò a una conversazione virtuale tra vescovi il 18 Gennaio 2021, via Zoom, che durerà due ore. L’incontro in rete sarà proposto in inglese, francese e spagnolo, e comprenderà due convocazioni uguali in piccoli gruppi. Per facilitare più partecipanti, questi collegamenti si terranno il primo alle ore 7,00 del mattino e il secondo alle ore 16,00 (ora italiana).  Si potrà partecipare a una sola di queste due riunioni.  

Nel corso del nostra riflessione in rete esamineremo le seguenti questioni

  • Pensate che la nonviolenza debba far parte integrante dell’evangelizzazione della Chiesa?
  • Quali sono, secondo voi, le opportunità e le sfide per incoraggiare le parrocchie, le scuole, le agenzie di servizi sociali e le altre organizzazioni della vostra diocesi/arcidiocesi a promuovere la nonviolenza?

Prima della riunione sarà utile riflettere sulle questioni proposte qui di seguito. Le vostre riflessioni scritte a riguardo saranno le benvenute. Metteremo a vostra disposizione uno spazio in linea sicura (Dropbox) in modo da condividere i vostri contributi con gli altri partecipanti.

  • Qual è la realtà della violenza in tutte le sue forme, nella vostra diocesi/arcidiocesi? Nel vostro paese?  Come definite la nonviolenza?
  • Quali sono le strategie attualmente usate per superare queste violenze? Siete impegnati in qualche modo in queste strategie per superare la violenza nelle vostre diocesi/arcidiocesi? E nel vostro paese? 

Noi speriamo che la riunione del 18 Gennaio 2021 sia l’inizio di una conversazione permanente. Speriamo che questa prima conversazione sia l’occasione di un’introduzione e di una breve condivisione e speriamo di programmare un altro appello nei prossimi mesi.

In futuro gradiremmo sapere come “Pax Christi International” e altre organizzazioni cattoliche possano sostenervi nel vostro sforzo per costruire la nonviolenza nel vostro contesto locale. Vogliamo approfondire queste conversazioni e prendere altre iniziative per costruire una cultura della nonviolenza evangelica all’interno delle nostre Chiese.

Per tutte le questioni riguardanti questo incontro online potete contattare Judy Coode, coordinatrice del progetto della “Catholic Nonviolence Initiative:  j.coode@paxchristi.net.

All’avvicinarsi dell’Avvento riflettiamo sul viaggio rischioso della Santa Famiglia e prepariamo il nostro cuore all’incarnazione perché possiamo approfondire le nostre preghiere e le nostre azioni per creare il mondo di pace promesso  dalla nascita del bambino Gesù.

Un abbraccio di pace,

M.me Greet Vanaerschot                                                         suor Teresa Wamuyu Wachira, IBVM

   Segretaria generale                                                                                 Co-presidente

Lascia un Commento