Appello congiunto di MIR, Pax Christi e SOS Diritti al nuovo ministro dell’Istruzione per una scuola che educhi alla pace e alla non violenza.

testo:

Appello al neo ministro dell’Istruzione: educare alla Pace e alla Nonviolenza

Dinanzi al drammatico dilagare nella nostra società della violenza, di comportamenti di prevaricazione e bullismo, del preoccupante fenomeno della violenza in rete e dell’incremento dell’incitamento all’odio, le Associazioni Movimento Internazionale della Riconciliazione (MIR), Pax Christi e SOS Diritti, promotrici della Campagna “Scuole Smilitarizzate”, lanciano un accorato appello al neo ministro della pubblica istruzione Patrizio Bianchi, affinché la scuola possa dedicare ampio spazio all’educazione alla pace e alla nonviolenza, fornendo strumenti per la prevenzione e gestione dei conflitti, coinvolgendo tutte quelle realtà associative che con competenza intendono essere a fianco di dirigenti, docenti e studenti/studentesse e loro famiglie per promuovere la Cultura e l’etica della convivenza pacifica e della nonviolenza.

22 Febbraio 2021

Movimento Internazionale della Riconciliazione  –  Pax Christi Italia  –  SOS Diritti


Con l’inizio del prossimo anno scolastico, segnato da tante difficoltà ed incertezze ma anche da nuove sfide e nuove prospettive, il MIR (Movimento Internazionale della Riconciliazione) e Pax Christi Italia (Movimento Cattolico Internazionale per la pace), desiderano essere a fianco di docenti e alunne/i, per ripartire da una scuola che sappia cogliere, dal dramma della pandemia, l’occasione per rigenerare la nostra società, guardando al futuro con fiducia e speranza e promuovendo la pace, quale bene laico e universale, da proteggere e trasmettere alle giovani generazioni.

Oggi più che mai dobbiamo fare scelte coraggiose per la difesa della nostra umanità, e per fare ciò, vogliamo ribadire, senza esitazione, l’importanza dell’educazione alla pace ed alla nonviolenza, quale modello pedagogico capace di trasmettere a bambine/i e giovani valori di solidarietà, giustizia, dialogo e convivenza pacifica tra i popoli. Da qui nasce la Campagna “Scuole Smilitarizzate”, una campagna che intende ribadire la mission educativa della scuola ed invitare studentesse/i, docenti, dirigenti all’‟opzione della pace”. Ci rammarica e ci indigna constatare la presenza e l’incremento, in ambito scolastico, di molteplici attività, iniziative e progetti in collaborazione con le Forze Armate e quindi in palese contrasto con le finalità educative, formative e culturali dell’istituzione scolastica. La scuola non è e non può essere il luogo “dell’opzione militare”, essa al contrario è il luogo ove coltivare la pace e educare ad essa. La prevenzione dei conflitti, la loro trasformazione nonviolenta, l’implementazione dei diritti e il rispetto della vita umana in tutti i suoi aspetti, sono i mezzi per costruire una cultura di pace e di nonviolenza. Chiediamo pertanto che la scuola resti fedele alla sua azione pedagogica e coerente ai princìpi costituzionali, in particolare all’art. 11 della Costituzione che recita “L’Italia ripudia la guerra come mezzo di risoluzione dei conflitti”, per promuovere tra le/i giovani scelte ed azioni di pace che possano disarmare il nostro mondo, partendo proprio dall’educazione per arrivare alla politica, all’economia e a tutti gli ambiti della società. La campagna, promossa in collaborazione con l’Associazione SOS Diritti, vuole rappresentare un percorso ampio e inclusivo dei tanti soggetti della società civile che sono impegnati continuamente per una scelta che escluda la violenza e coltivi la pace. È pertanto vitale la collaborazione tra la scuola e le tante associazioni operanti a questo scopo in Italia, alle quali rivolgiamo l’invito ad aderire e contribuire alla realizzazione di questa campagna, mettendo a disposizione delle scuole le proprie competenze e risorse, per costruire insieme una concreta alternativa di pace attraverso una rete capillare su tutto il territorio . Con l’inizio del nuovo anno scolastico, la Campagna “Scuole Smilitarizzate” verrà lanciata ufficialmente e saranno forniti ulteriori dettagli e strumenti. In questa anteprima della Campagna viene pubblicato sui social un video messaggio da parte dei presidenti nazionali del MIR e di Pax Christi che spiegano il perché delle “Scuole smilitarizzate”. L’augurio è che le scuole possano scegliere di percorrere la strada della pace e della nonviolenza ed esserne promotrici. 10 agosto 2020
Movimento Internazionale della Riconciliazione – Pax Christi Italia
*Per ulteriori informazioni e adesioni invitiamo a contattare le segreterie nazionali del MIR o di Pax Christi.

Carissim*

oggi 2 ottobre, nella Giornata internazionale della nonviolenza, proclamata dall’Onu nell’anniversario della nascita di Gandhi, MIR e Pax Christi in collaborazione con SOS Diritti, danno il via alla Campagna Scuole Smilitarizzate, alla quale, come potete vedere nei file allegati, hanno già aderito alcune organizzazioni.

In occasione del lancio e’ stata inaugurata la pagina Facebook della Campagna: www.facebook.com/scuole.smilitarizzate

Il lancio sta avvenendo attraverso la pubblicazione su Fb dei due documenti della campagna (il manifesto e la presentazione), di un comunicato stampa, di un video promozionale riguardante i punti del manifesto e di un videomessaggio di sostegno alla Campagna da parte di Alex Zanotelli.

La Campagna che inizia oggi, per riuscire ha bisogno dell’impegno di tutti  quelli che come voi sono convinti dell’importanza dell’educazione alla nonviolenza e alla pace. Serve la collaborazione di tutti per arrivare a tutte le scuole con questa proposta. Vorremmo che le scuole dichiarassero l’esclusione dall’offerta formativa degli incontri celebrativi delle guerre e degli incontri finalizzati ad attrarre i giovani verso le strutture militari, le forze armate e l’industria delle armi.

Vi chiediamo la cortesia di dare fin d’ora diffusione ai documenti e ai video pubblicati sulla pagina Facebook.  

Un cordiale saluto di pace

MIR Italia



——-
segreteria nazionale 
Movimento Internazionale della Riconciliazione branca italiana dell’IFOR (International Fellowship of Reconciliation)

Via Garibaldi 13 10122 Torino, Italia
Tel. +39.011532824 Fax +39.0115158000
C.F.: 96028760583 Website: www.miritalia.org
Facebook: MIR
(Pierangelo Monti)

1 Comment

Lascia un Commento